Come installare Zoom su Fedora 40 o 39

Zoom è uno strumento di videoconferenza leader che è diventato indispensabile nel panorama della comunicazione digitale. Offre una gamma di funzionalità per migliorare la collaborazione e la produttività. La sua interfaccia intuitiva e le sue robuste funzionalità lo rendono la scelta preferita per aziende, insegnanti e individui che cercano un'interazione virtuale affidabile. Con video e audio di alta qualità, Zoom facilita riunioni, webinar e chat dal vivo senza interruzioni, garantendo una comunicazione efficace su varie piattaforme.

Ecco uno sguardo a ciò che distingue Zoom:

  • Funzionalità di conferenza audio e video ad alta definizione
  • Supporto per un gran numero di partecipanti e spettatori in un'unica sessione
  • Opzioni di condivisione dello schermo per migliorare la collaborazione
  • Sfondi virtuali e funzionalità di ritocco per un aspetto professionale
  • Sale riunioni per discussioni in gruppi più piccoli all'interno di una riunione di grandi dimensioni
  • Funzionalità di chat integrata per la comunicazione in tempo reale
  • La crittografia end-to-end garantisce conversazioni sicure
  • Compatibilità con più sistemi operativi e dispositivi

Passiamo ora agli aspetti tecnici per far funzionare Zoom su Fedora 40 o 39 Linux utilizzando due metodi diversi con il terminale della riga di comando.

Metodo 1: installa Zoom tramite RPM

Aggiorna Fedora prima dell'installazione di Zoom

Prima di iniziare, assicurati che il tuo sistema sia aggiornato per evitare eventuali conflitti durante l'installazione e, per buona pratica, utilizza il comando terminale come segue.

sudo dnf upgrade --refresh

Scarica il pacchetto Zoom RPM

Il primo metodo è installare l'RPM direttamente dal file Centro download Zoom. Sebbene questo sia spesso la soluzione migliore per gli utenti che non desiderano utilizzare un repository di terze parti come Flatpak, è necessario scaricare manualmente l'RPM ogni volta che Zoom rilascia un aggiornamento binario, che è l'unico inconveniente.

Per prima cosa assicurati che sul tuo desktop Fedora sia installato il pacchetto wget.

sudo dnf install wget -y

Assicurati di visitare il Centro Download per prendere l'ultima versione. Quello che segue è solo un comando di esempio; non funzionerà.

Di seguito è riportato un esempio:

wget https://zoom.us/client/{version}/zoom_x86_64.rpm

Installa Zoom tramite il comando DNF

Ora installa il client Zoom utilizzando il seguente comando.

sudo dnf install zoom_x86_64.rpm

Metodo 2: installa Zoom tramite Flatpak con Flathub

Scegli il gestore pacchetti Flatpak come seconda migliore opzione di installazione. Fedora viene fornita con Flatpak installato, offrendo un'alternativa popolare a Snap. Flatpak, presente in molte distribuzioni, è un gestore di pacchetti di installazione alternativo di terze parti per pacchetti aggiornati.

Abilita Flathub per l'installazione dello zoom

Innanzitutto, devi abilitare Flathub utilizzando il seguente comando nel tuo terminale:

sudo flatpak remote-add --if-not-exists flathub https://flathub.org/repo/flathub.flatpakrepo

Installa Zoom tramite il comando Flatpak

Ora esegui l'installazione utilizzando il seguente comando flatpak.

flatpak install flathub us.zoom.Zoom -y

Risolvere i problemi di installazione di Zoom Flatpak

Innanzitutto, l'errore più comune durante l'installazione di un Flatpak da Flathub è il seguente errore.

"error: Unable to load summary from remote flathub: Can't fetch summary from disabled remote 'flathub,"

La soluzione è semplice: esegui il comando seguente per abilitare Flathub.

flatpak remote-modify --enable flathub

Avvia l'interfaccia utente del client Zoom

Con Zoom ora installato, puoi avviare il software utilizzando cli o l'icona della GUI.

Comandi CLI per avviare Zoom Client

Innanzitutto, per le installazioni RPM, puoi eseguire il seguente comando:

zoom

In secondo luogo, le installazioni Flatpak possono eseguire il comando cli alternativo:

flatpak run us.zoom.Zoom

Percorso della GUI per avviare il client Zoom

La maggior parte degli utenti desktop preferisce aprire l'icona dell'applicazione Zoom utilizzando il seguente percorso. Un suggerimento utile è fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona dell'applicazione e

Attività > Mostra applicazioni > Zoom

Comandi di gestione aggiuntivi per Zoom

Aggiorna Zoom

Per le installazioni Flatpak, utilizzare il seguente comando:

flatpak update

Installazioni RPM seguire i passaggi originali per l'aggiornamento scaricando il nuovo pacchetto RPM ed eseguendo il comando install; questo aggiornerà automaticamente l'installazione.

Rimuovi Zoom

Utilizza uno dei seguenti comandi se non hai più bisogno dell'applicazione:

Le installazioni RPM Zoom eseguono il comando seguente

sudo dnf remove zoom

In alternativa, le installazioni di Flatpak Zoom devono eseguire il seguente comando:

flatpak remove  --delete-data us.zoom.Zoom -y

Conclusione

In questa guida ti abbiamo guidato attraverso i passaggi per installare Zoom su Fedora 40 o 39 Linux. Il nostro consiglio finale è quello di esplorare e personalizzare le funzionalità di Zoom in base alle tue esigenze, garantendo che le tue riunioni virtuali si svolgano senza intoppi. Ricorda, un po' di preparazione e familiarità con il software possono rendere le tue interazioni online più efficaci e divertenti.

Joshua James
Seguimi
Ultimi post di Joshua James (vedi tutto)